+ LUIGI BETTAZZI

 

 

 



BIOGRAFIA
Mons. Luigi Bettazzi
Vescovo emerito di Ivrea

Nato a Treviso il 26.11.1923.
Ordinato presbitero dal Card. Nasalli Rocca a Bologna, nella Basilica di S. Domenico, il 4 agosto 1946.
Laureato in Teologia alla Pontificia Università Gregoriana di Roma
e in Filosofia e Storia della Filosofia all'Università Statale di Bologna.
Insegnante di Filosofia e Storia della Filosofia al Pontificio Seminario Regionale di Bologna; e di Morale sociale all'Istituto sociale dell'arcidiocesi di Bologna
Assistente diocesano e vice assistente nazionale degli Universitari Cattolici (FUCI).
Delegato arcivescovile per l'Azione Cattolica Italiana di Bologna.
Reggente della Parrocchia di s. Sigismondo a Bologna.

Nominato vescovo titolare di Tagaste e Ausiliare di Bologna il 15 agosto 1963
Ordinato vescovo dal Card. Giacomo Lercaro a Bologna, nella Basilica di S. Petronio il 4 ottobre 1963.
Vicario Generale del Card. Lercaro dal 1° settembre 1963
Ha partecipato a tre sessioni del Concilio Ecumenico Vaticano II, dove ha fatto interventi sulla collegialità, l'apostolato dei laici, la cultura, e per chiedere la beatificazione di Papa Giovanni XXIII.
Fa parte del gruppo di vescovi (una ventina) "che - ispirati dalla spiritualità di Charles De Foucauld - si impegnano a vivere l'episcopato in maniera più vicina alla gente e ai preti".
Trasferito alla Sede vescovile di Ivrea il 26.11.1966, dove ha fatto l'ingresso il 15.01.1967.
Qui ha svolto il suo servizio episcopale per 32 anni; è Vescovo emerito dal 20.03.1999.

Membro successivamente delle Commissioni episcopali nazionali sul Laicato, i Seminari, l'Ecumenismo, la Cooperazione fra le Chiese (America latina e missioni).
Responsabile del Comitato per il Diaconato permanente.

Nominato dalla Conferenza Episcopale Italiana Presidente nazionale di Pax Christi (Movimento cattolico per la pace) lo 01.10.1968, alla scadenza del servizio, nel 1985, gli è succeduto mons. Tonino Bello (+ 20.04.1993). presidente internazionale di Pax Christi dal 07.04.1978 al 1985. Attualmente è Presidente del Centro studi economico-sociali per la pace, promosso da Pax Christi Italiana nell'ottobre 1991, con sede a Firenze.
Come Presidente nazionale di Pax Christi ha tenuto molte conferenze e dibattiti; ha ideato, animato e partecipato alle Marce della Pace di Capodanno (la prima il 31.12.1968); ha scritto articoli e interventi sull'impegno dei cristiani per la pace. Ha avviato con l'Università cattolica del Sacro Cuore di Milano, ";Facoltà di Economia, dei Seminari di studio su "Armi e disarmo: aspetti economici ed etici".
Sul piano internazionale ha rappresentato Pax Christi alle due Assemblee straordinarie sul disarmo, promosse dall'ONU nella sede di New York; ha guidato e presieduto gli incontri sul disarmo e i diritti dell'uomo con la Chiesa Ortodossa Russa, a scadenza biennale, in varie città dell'ex Unione Sovietica; ha partecipato ad Uppsala all'incontro internazionale delle Chiese su "Vita e Pace; all'incontro delle Università Cattoliche a Salisburgo per un lavoro di ricerca e studio sulla pace.
Ha guidato una missione internazionale in Centro America (1981) per indagare sulla violazione dei diritti dell'uomo. Ha partecipato conferenze in Germania, Belgio e altri Paesi europei.
Per la pace a Sarajevo ha guidato, insieme all'amico mons. Tonino Bello la "Marcia dei Cinquecento" (7-13 dicembre 1992 e ha partecipato alla missione "Mir Sada" del 4-9 agosto 1993. Sempre nel 1993, per la pace nei Balcani, ha contatti con la Chiesa Serbo-ortodossa (Belgrado - luglio) che sfociano nell'incontro ufficiale a Belgrado (agosto), cui seguirà l'incontro in Belgio (marzo 1994). Il 12-15 febbraio 1994 è in missione di pace in Kosovo.

Iscritto all'albo dei pubblicisti e giornalisti, interviene per sollecitare l'impegno politico e sociale dei cristiani su molte riviste, cattoliche e laiche, e sui quotidiani, ma soprattutto scrive fedelmente sul settimanale della diocesi "Il Risveglio Popolare" firmando più di un articolo per settimana, per animare e sostenere la vita della Chiesa locale, ma anche commentando e aiutando a riflettere su avvenimenti nazionali e internazionali.
Ha scritto i seguenti libri:
Intelligenza e fede 1963 Una Chiesa per tutti 1971 La Chiesa fra gli uomini 1972
La carne di Dio 1974 Farsi uomo 1977 Al di là…al di dentro 1978
Cari bambini, caro vescovo 1979 Ateo a diciotto anni 1982 Il cristiano e la pace 1983
Un vescovo e la sua Chiesa 1988 Obbediente in Ivrea 1989
Lettere aperte…o quasi 1989 (in cui confluiscono - con risposte e commenti - le lettere aperte già pubblicate sul Risveglio popolare, a uomini politici come l'on. Zaccagnini, segretario della Democrazia Cristiana; l'on. Berlinguer, Segretario del Partito Comunista Italiano; l'on. Craxi, Segretario del Partito Socialista; il sen. Spadolini, ministro della Difesa; l'ing. Carlo De Benedetti, presidente della Olivetti, e altri).
Farsi donna, farsi giovane per la pace 1995 La sinistra di Dio 1996
Il Concilio - Pentecoste del nostro tempo 2000 La Chiesa dei poveri 2001
Il Padre Nostro…alla SS.ma Trinità, con Maria 2000 La Chiesa oltre le rughe 2001
Pregare l'Apocalisse 2002 Povertà e servizio 2003
Esseri ed Essere 2004 Giovani per la pace 2004
Non spegnere lo spirito 2006 Anticlericali e Clericali 2006
Carne e spirito (con A. Valli) 2007 Difendere il Concilio 2008
In dialogo con i lontani 2009 Vescovo e laico 2010
Il Concilio i giovani e il popolo di Dio 2011 Viva il Papa viva il popolo di Dio 2013
Ha viaggiato ripetutamente per motivi pastorali: in Asia (Assam, India, Corea, Vietnam e Cambogia, Giappone, Pakistan, Bangladesh); in Africa (Algeria, Sudan, Burundi, Tanzania); negli USA e in Canada, ma soprattutto in America Latina, Venezuela, Argentina, Perù, Uruguay, Colombia, Panama, Messico e in tutta l'America Centrale; oltre, naturalmente, i vari Paesi dell'Europa.

In Italia partecipa a Tavole Rotonde, conferenze, dibattiti su temi diversi (attività che si è intensificata ora che è libero dal servizio pastorale diocesano); è soprattutto impegnato a sostenere e propagandare il messaggio del Concilio e il dialogo tra fede e mondo contemporaneo, sviluppando i temi della giustizia, della pace, dell'obiezione di coscienza, dei diritti umani, della dignità della donna.

In diocesi di Ivrea dà sollecita applicazione del Concilio coinvolgendo laici e preti nella formazione del Consiglio pastorale Diocesano (1967); richiama costantemente la riforma liturgica, l'importanza della Parola di Dio, il senso della Chiesa e l'attenzione ai problemi del mondo. Nel 1972 inizia una Visita Pastorale in tutte le parrocchie sulla base del documento "Cristo ci unisce per pregare e per servire", frutto di una larga collaborazione, per anni punto di riferimento per l'attività diocesana e che sfocerà nella celebrazione del XX Sinodo diocesano (1984-86), cui seguirà il Sinodo sulla Parola di Dio (1995-96). Partecipa attivamente a tutte le vicende del mondo del lavoro, portando la propria solidarietà in ogni crisi industriale, dagli scioperi del 1971 per salvare il Valle Susa, alla chiusura della Montefibre, alla progressiva negativa evoluzione della crisi dell'Olivetti (1998).
Ha iniziato la cooperazione missionaria con le diocesi brasiliane di Barra e Barreiras (1969) e in Burundi (1970). Ha accolto la Visita Pastorale del Papa alla diocesi il 18-19 marzo 1990)
Al termine del suo servizio pastorale celebra il XXX Congresso eucaristico diocesano (ottobre 1998).

Della diocesi conosce ogni chiesa, ogni cappella, ogni sentiero fin nelle più sperdute frazioni valligiane; si fa promotore di iniziative di ricupero del patrimonio storico-culturale ("il Salone degli affreschi nel Vescovado di Ivrea" (1997) e il primo volume della "Storia della Chiesa di Ivrea - dalle origini al XV secolo" - 1998).
Il 23 giugno 2000 riceve dall'Università di Torino la Laurea Honoris Causa in Scienze Politiche, per aver "sempre coniugato e congiunto la riflessione religiosa e teologale all'impegno sociale e all'osservazione dell'uomo, sia nella storia, sia nella società contemporanea, sia nella sua dimensione sociale, sia soprattutto partecipando in prima persona alla lotta per la pace".



sito web del centro studi economico-sociali per la pace di pax christi italia